SIGNA MARIS – I Porti turistici come porta d’accesso alle ricchezze dei territori

11/11/2015 SIGNA MARIS - Remezzo Palace

Progetto “SIGNA MARIS” – I porti turistici come porte di acceso al patrimonio culturale e paesaggistico del Sud Italia. Una buona pratica anche per la Grecia.

Il prossimo 11 novembre si terrà a Salonicco la presentazione del progetto “Signa Maris” per la promozione delle eccellenze turistiche di quattro regioni del Sud Italia.

La Camera di Commercio Italo-ellenica di Salonicco, in collaborazione con il locale Circolo Nautico Mare Aperto, organizza l’evento di presentazione del progetto “SIGNA MARIS” per la promozione delle eccellenze turistiche di quattro regioni del Sud Italia (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia), che si terrà il prossimo 11 novembre a Salonicco, presso il Remezzo Palace, sito a Krini-Kalamaria (Salonicco).

SIGNA MARIS è un progetto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) – Organismo Intermedio del POIn “Attrattori culturali, naturali e turismo” che promuove le ricchezze culturali, naturalistiche e i sapori del territorio italiano attraverso la nascita di un nuovo sistema turistico che unisce ed integra mare e terra.

In particolare, i porti turistici coinvolti nel progetto diventano il punto di partenza di numerosi itinerari attraverso i quali si va alla scoperta delle bellezze di un territorio unico al mondo. In ciascuno di essi i monumenti, i musei, i paesaggi ed i prodotti enogastronomici tipici raccontano le storie  e tradizioni del Mare Mediterraneo, che nel corso dei secoli ha modellato, custodito e trasportato le bellezze dell’Italia. Il progetto interpreta pertanto la rete dei porti turistici come motore dello sviluppo turístico dei territori coinvolti, al fine di incrementare i flussi turistici dall’Italia e dai principali mercati di emissione.

I porti turistici che ad oggi fanno parte della rete SIGNA MARIS sono 38: Campania, Puglia e Sicilia ne ospitano 10, mentre la Calabria 8.

Durante la presentazione dell’11 novembre veranno illustrati brevemente i principali itinerari che hanno come punto di partenza i porti della Baia di Napoli. Il capoluogo campano rappresenta infatti una destinazione facilmente raggiungibile per i turista proveniente dalla Grecia, grazie al collegamento aereo. Dal porto di Napoli – Santa Lucia, per esempio, raggiungere i centri termali di Ischia e dei Campi Flegrei, scoprire le bellezze del Parco Nazionale del vesuvio, visitare le aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Stabiae, oltre ad altri magnifici monumento come la Reggia di Caserta. Tutto questo degustando i sapori e le ricette tipici del territorio. Alla fine della conferenza verra’ offerto un cocktail a base di prodotti tipici campani.

Il progetto si preannuncia interessante visto che potrebbe diventare “una buona pratica” anche per la Grecia, cosi’ ricca di mete turistiche costiere molto legate al territorio interno; la creazione di interi cluster turistici infatti, potrebbe portare nuove prospettive di sviluppo per il settore turistico ellenico.

Tutte le informazioni sul progetto, la rete dei porti che partecipano e gli itinerari proposti è disponibile nella web: www.signamaris.it, disponibile in cinque lingue. Si tratta di una piattaforma di promozione turistica di facile accesso che costituisce uno strumento essenziale per tutti coloro che desiderino scoprire l’offerta turistica delle quattro regioni coinvolte nel progetto.

È stata inoltre sviluppata una App, disponibile nei principali Stores, funzionante anche in modalità offline per i navigatori, fornendo informazioni sui porti, il territorio e la sicurezza nel mare.

NOTE:

  • L’intervento e’ stato finanziato nell’ambito del Programma Operativo Interregionale “Attrattori culturali, naturali e turismo” 2007-2013 con risorse comunitarie provenienti dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR);
  • L’intervento e’ stato promosso dal Ministero dei beni e delle attivita’ culturali e del turismo – Segretariato Generale – Organismo Intermedio POIn “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Linea II.2.1, nell’ambito del progetto denominato “Promozione, promo-commercializzazione e sensibilizzazione di aree di attrazione culturale delle regioni convergenza anche con vie di accesso aeroportuali minori”;
  • Lo specifico intervento e’ destinato a promuovere le eccellenze dei territori el “Polo Baia di Napoli” e dei relativi itinerari turistici.