Marchio Ospitalità Italiana

MARCHIO OSPITALITA’ ITALIANA-PREMIO RISTORANTI ITALIANI NEL MONDO

Finalmente anche all’estero verranno certificati e premiati tutti quei ristoranti italiani che rispondono a determinati canoni di qualita’ di ricette, servizio e arredamento.

Il Progetto Nasce da Unioncamere (Unione delle Camere di Commercio in Italia) in collaborazione con FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi – e il supporto operativo di ISNART (Istituto Nazionale Ricerche Turismo).

Il riconoscimento utilizza l’esperienza acquisita in Italia da ISNART con l’ideazione del Marchio Ospitalità Italiana nato nel 1997 per sviluppare la qualità del servizio e garantire il consumatore, e che coinvolge circa 5.000 imprese turistiche (tra alberghi, ristoranti e agriturismo) dislocate in 18 Regioni italiane.

L’obiettivo di questo marchio mira a sviluppare e promuovere la tradizione  dei prodotti agro-alimentari italiani e valorizzare la cultura gastronomica italiana, valorizzare l’immagine dei ristoranti italiani all’estero che garantiscono il rispetto degli standard di qualità dell’ospitalità italiana e di creare nuove opportunità e azioni di promozione per i ristoranti italiani nel mondo e per il marchio Ospitalità Italiana.

La Camera di Commercio Italo-ellenica di Salonicco, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Grecia, avra’ il compito di promuovere il Marchio Ospitalita’ Italiana sul territorio ellenico e di effettuare delle visite ispettive ai ristoranti italiani presenti nel Paese per verificare se questi sono candidabili a ricevere la certificazione di “ristorante originale italiano”.

Di seguito elenchiamo i requisiti base che i ristoranti devono avere:

1. Nel ristorante deve essere prevista almeno una persona che sa relazionarsi con il pubblico in lingua italiana

2. L’ambiente deve contenere uno o più elementi di distintività italiana

3. Il menu deve essere scritto anche in corretto italiano

4. Il menu deve contenere in prevalenza (51%) piatti e ricette della tradizione italiana.

5. La carta dei vini deve contenere vini DOP almeno al 30%

6. Deve essere prevista la disponibilità per il cliente di olio d’oliva extravergine DOP o iscritto nell’elenco dei prodotti tradizionali (MIPAF)

8. Deve essere prevista almeno una persona in cucina che possa qualificare la propria esperienza/competenza di cucina italiana

I ristoranti italiani che, in seguito a visita ispettiva di personale della nostra Camera, si dimostreranno in regola con i requisiti richiesti, otterranno la certificazione “Marchio Ospitalita’ Italiana nel Mondo”, parteciperanno ad un evento in Italia per la premiazione dei propri ristoranti, otterranno visibilita’ attraverso giornali e siti internet in Italia e all’estero e potranno partecipare ad eventi speciali per la promozione di prodotti tipici italiani all’interno dei propri ristoranti

E in collaborazione con:

  Ospitalità Italiana